Raccolta farmaci scaduti

I medicinali scaduti che non sono più utilizzabili devono essere smaltiti correttamente poiché sono rifiuti speciali. Se gettati nell’immondizia indifferenziata o nel lavandino divengono fonte di inquinamento. Ad esempio, in discarica alcuni elementi possono dar luogo a emanazioni tossiche o inquinare il percolato (il liquido che si accumula sul fondo della discarica).
Per questo motivo, i farmaci scaduti vanno depositati negli appositi contenitori che si trovano presso le farmacie o negli ecocentri comunali.

Prima di consegnare i medicinali scaduti in farmacia, si consiglia di togliere le scatole e i foglietti illustrativi, che possono essere riciclati con la carta.
Allo stesso modo si può procedere per le pillole in flaconi di vetro e di plastica, destinando i flaconi nei rispettivi cassonetti per la raccolta differenziata.

Il servizio è attivo in tutte le Farmacie Comunali torinesi, la farmacia comunale di San Maurizio Canavese, le tre farmacie comunali di Chieri e quella di Villastellone.